3 agosto 2010

Il concerto per clarinetto di Mozart K622 suonato da Martin Frost

I. ALLEGRO


II. ADAGIO


III. RONDO'

3 commenti:

outer1968 ha detto...

ci sono dei passaggi... che non puoi non dire che Wolfgang non ne sapesse nulla di jazz... ;-)
ma allora, era semplicemente musica... senza tante etichette... o forse c'erano anche allora ? chissà forse si...Yeah ;-)
Grazie mille per averlo postato, man!!

Renato ha detto...

Yeah man, Mozart già sapeva tutto prima di Miles e Trane:)

outer1968 ha detto...

però Miles e Trane [insieme sicuramente a molti altri che sappiamo] hanno contribuito moltissimo allo sviluppo dei concetti già presenti in Mozart, come anche in Bach... e qualche altri prima...