18 novembre 2004

La lira e la leggenda di Orfeo, il primo bluesman

No, non vi parlerò della nostra cara vecchia valuta, con questo post voglio scrivere una serie di articoli dedicati agli strumenti musicali, anche quelli meno comuni, e cominciamo proprio con la Lira.

La Lira è un antico strumento a corde pizzicate usato nel Medio Oriente e presso i greci. La cassa armonica anticamente era formata da un guscio di testuggine al quale venivano applicate delle corna di animale unite da una traversa. Le corde, in numero variabile, venivano fissate fra la traversa e le cassa. Si distinguono due categorie di Lire, la lira a braccio che si suona pizzicando le corde, e la lira da gamba che si suona con un archetto, simile per certi versi a un violoncello.

Secondo la leggenda, Orfeo ricevette in dono una lira da Apollo. Suonando la sua lira, Orfeo era in grado di produrre armonie incantevoli che davano pace e gioia al mondo,
Ma Orfeo è stato senz'altro anche il primo bluesman della civiltà, si narra infatti che la ninfa Euridice per sottrarsi alle pretese di un corteggiatore venne morsa da una serpe e morì. Orfeo, che di Euridice era perdutamente innamorato si recò negli inferi e grazie al suono meraviglioso della sua lira riuscì a convincere i signori dell'oltretomba a restituirla, a patto però che egli non si voltasse a guardarla indietro fintanto che non fossero tornati nel mondo dei vivi. Ma Orfeo non udendo i passi della ragazza che era ancora spirito, dimenticò l'impegno e si voltò, ed ella scomparve per sempre. Da allora Orfeo vagherà per i campi cantando il suo dolore, suonando una musica talmentre dolce e malinconica che tutti gli animali non potevano fare a meno di seguirlo per starlo ad ascoltare.

1 commento:

outer ha detto...

bene Renato, grazie che me lo hai risegnalato. ne approfitto così per dire che senza ombra di dubbio è stato un bluesman ... non ci sono mp3 di Orfeo eh ? :-D

ciao man