5 gennaio 2008

Sonetto di Juan Boscán "L'ali acceso il desio move con forza"

Google Books è pieno di tesori messi a disposizione di chiunque abbia un computer e l'accesso a Internet. Da oggi, saltuariamente, in questo blog, cercherò di dare nuovamente vita a scritti che per lungo tempo sono rimasti a dormire negli scaffali delle più prestigiose biblioteche del mondo. Cominciamo con un sonetto tratto dal libro:

Scelta di Poesie Castigliane del secolo XVI tradotte in lingua toscana dal conte Giambattista Conti ed opere originali del medesimo pubblicato a Padova nella tipografia del Seminario MDCCCXIX

SONETTO I

L'ali acceso il desio move con forza

Di Juan Boscán (1493 - 1542) (Nel libro, indicato come Giovanni Boscano)
Traduzione di Giambattista Conti

L'ali acceso il desio move con forza
      Per gir cantando a sì gran Donna eguale;
      Ma fredda tema al cominciar m'assale,
      E più ch'io tento, più l'ingegno ammorza.

E d'altra parte le ragion mi sforza,
      Sì ch'or vinc'ella, ora il timor più vale;
      E parlo, e taccio, e il canto or scende, or sale;
      Alfin pur volo, e il bel desio rinforza.

Del basso uman legnaggio alta ventura,
      Gloria ed ammenda al secol duro ed empio
      Fu l'apparir costei nel mortal velo.

Vedemmo in lei quantunque può natura,
      vedemmo in lei d'ogni virtù l'esempio,
      e insieme aggiunto con la terra il Cielo.

Il libro da cui è tratto questo sonetto è consultabile su Google Books

1 commento:

convolvolo21 ha detto...

Stupendo! Una vera rarità, complimenti!