19 ottobre 2008

Mostra Futurismo, Scuderie del Quirinale, Roma

Nel centenario del Manifesto - pubblicato da Filippo Tommaso Marinetti il 20 febbraio 1909 sul giornale parigino "Le Figaro"- le Scuderie del Quirinale, in collaborazione con il Musée National d'Art Moderne/Centre Georges Pompidou di Parigi e la Tate Modern di Londra, dedicheranno un'esposizione di grande rilievo e valore al Futurismo, a testimonianza del suo ruolo storico e internazionale.

L'esposizione delle Scuderie del Quirinale riunirà un notevole numero di opere del primo periodo storico del Futurismo, a scandire un percorso attorno a un nucleo centrale costituito dalla ricostruzione filologica della celebre mostra futurista tenutasi a Parigi presso la Galleria Bernheim-Jeune nel febbraio del 1912. Mostra celeberrima che suscitò, all'epoca, grande clamore, soprattutto per il contrasto evidente con tutto quanto in quel periodo si andava creando in campo artistico. In brevissimo tempo, infatti, l'idea di ‘velocità' e di ‘dinamismo' si diffuse internazionalmente, contribuendo a riformulare il linguaggio dell'arte secondo una visione decisamente moderna.

La mostra delle Scuderie metterà, quindi, in risalto, gli straordinari intrecci culturali e gli stretti rapporti formali tra Cubismo e Futurismo, con un'ampia selezione di dipinti cubisti a testimoniare il complesso gioco di corrispondenze e diversità tra i due movimenti artistici, fino alle contaminazioni formali e agli sviluppi del Cubofuturismo russo e del Vorticismo inglese.

Solo per citare alcune delle opere più famose in mostra si segnalano: Le grand nu di Georges Braque, di Picasso la Femme assise dans un fauteuil; di Umberto Boccioni Costruzione orizzontale, Le forze di una strada, Sviluppo di una bottiglia nella spazio.

I funerali dell'anarchico Galli e Le nuotatrici di Carlo Carrà, Ricordi di una notte di Luigi Russolo, Nu descendant l'escalier di Marcel Duchamp e tante altre storiche opere di questi autori e di altri come Francis Picabia, Sonia e Robert Delaunay, Gino Severini, Frantisek Kupka, Fernand Leger, Michel Larionov, provenienti dalle più importanti collezioni internazionali.

Commissario per la sede italiana è Ester Coen, mentre Didier Ottinger è commissario della mostra per la sede di Parigi ( ottobre 2008 - gennaio 2009 ) e Matthew Gale per quella di Londra (giugno - settembre 2009 ). L'inedita, stretta, collaborazione tra istituzioni culturali di così grande prestigio e tradizione, vuole sottolineare l'importanza culturale, tutta europea, della celebrazione.

La mostra delle Scuderie del Quirinale si inaugurerà, alla presenza del Presidente della Rapubblica, il 20 febbraio 2009, celebrando così, con il dovuto risalto, l'anniversario del Manifesto futurista a cento anni dalla sua pubblicazione.

Il quadro del post: Le grand nu (1908) di Georges Braque - Collezione privata, Parigi

Mostra: Futurismo
Quando: dal 20 febbraio al 24 maggio 2009

Dove: Scuderie del Quirinale
Via XXIV Maggio 16, Roma

3 commenti:

arte2.0 ha detto...

alle scuderie del quirinale devo ammettere che fanno sempre delle mostre bellissime ed interessanti. sono andata a vedere quella di bellini e devo ammettere che è magnifica

Renato ha detto...

Vero, la mostra sull'800 italiano vista sempre in questa sede è una delle più belle degli ultimi anni. Questo anché perché ha degli spazi adeguati a differenza ad esempio del Vittoriano; dove continuano a organizzare mostre di grande richiamo (Reoir, Picasso) in degli spazi angusti.

Studio Archeo900 ha detto...

CENA SPETTACOLO FUTURISTA – CHEF IGLES CORELLI

A Cura dello Studio Archeo900
www.archeo900.com

EVENTO SPECIALE PER IL 2009

Cento anni dalla nascita del FUTURISMO; Parigi il 20/02/1909 con la pubblicazione da parte di F.T. Marinetti del “Manifesto del Futurismo” sulle pagine de "LE FIGARO"



Lo Studio Archeo900 di Ferrara da anni cura mostre ed eventi culturali con gli Istituti di Cultura, gli Istituti del Commercio Estero e con le Camere di Commercio Italiane nel mondo ed altre Istituzioni.

Le ultime mostre presentate sono state:

"ITALIAN LIGHT" - mostra sul design italiano con 50 lampade fuori produzione dei più noti designer italiani, dal 1950 al 1980 – a Taipei al TFAM - Museo d'Arte Contemporanea - con 80.000 visitatori, presentata con la nostra Rappresentanza Diplomatica Permanente ( Ministro M.A. Accili ) ed il MAE e, nel maggio di quest'anno, a Belgrado, durante la Design Week, presentata con l'IIC e con la sponsorizzazione della Bticino spa.

“Italian Light” sarà a maggio-giugno (2009) a Beijing al Museo di Arte Contemporanea (Today Art Museum) con l'ICE e sempre con la sponsorizzazione della Bticino spa.



"TRAVEL ITALIA" – straordinaria collezione di 250 autentici e rarissimi manifesti sulle città italiane prodotti dall'ENIT e dalle FS dal 1919 al 1960 – a Montreal per il 2 giugno con la Camera di Commercio Italiana del Quebec, IIC, ENIT ed il Consolato Generale d'Italia.

------------------------

Per il 2009 vogliamo commemorare i 100 anni dalla nascita del Futurismo (il 20 febbraio 1909 a Parigi con la pubblicazione del Manifesto del Futurismo sulle pagine de "Le Figaro" a cura di F.T. Marinetti) con una:



Cena Spettacolo Futurista



Lo Studio Archeo900 offre alle Ambasciate d'Italia, agli Istituti di Cultura nel mondo, ad Alberghi e Ristoranti importanti e ad altre Istituzioni interessate una "Cena di Gala" del celebre chef Igles Corelli, noto per le sue cene presidenziali e regali (Bill Clinton, la Regina di Svezia, il Principe Ranieri di Monaco) e noto per le sue apparizioni televisive a "Uno Mattina" e a Gambero Rosso Channel.

Lo Chef ha elaborato due particolarissimi menu futuristi adattando ad oggi le ricette originali di Filippo Tommaso Marinetti.

Tra i protagonisti della serata: la ballerina Elena Pavoni, che si esibirà in brevi danze futuriste tra una portata e l'altra e un "dicitore", il Prof. Alex Gezzi, che narrerà ai commensali il significato dell'evento e leggerà alcune poesie di Marinetti e la straordinaria partecipazione del soprano Maria Gabriella Munari, che proporrà, dal suo ampio repertorio di musica contemporanea, brani di Francesco Balilla Pratella, Luigi Russolo e Alberto Savinio.
Il recital ha un costo supplementare ed è facoltativo, ma consigliato.

Per questa ricorrenza (1909-2009) si preparano in molti musei del mondo ed in Italia, diverse mostre sul Futurismo e su Filippo Tommaso Marinetti, fondatore di quel movimento futurista che riscosse adesioni e proseliti in molte nazioni, con l'indubitabile merito di rompere con l'arte classica e accademica e dare il via a tutti quei movimenti e stili che connotano oggi l'arte contemporanea e l'avanguardia.

Il Futurismo è anche stato l'unico movimento artistico ad ideare, oltre ad una diversa arte, scultura, architettura e danza, un progetto gastronomico alternativo, che si espresse pubblicamente con la pubblicazione del "Manifesto della Cucina Futurista" al quale si può attribiure l'origine della "Nuova Cucina", di cui Igles Corelli, Chef della Cena Futurista, è un insigne maestro.



Lo Studio Archeo900 è disponibile ad inviare informazioni sulla Cena Spettacolo Futurista ed eventualmente la SCHEDA TECNICA con i costi dell'evento scrivendo a : info@archeo900.com

Cordiali saluti.

Alberto Squarcia