26 febbraio 2009

Il CyBook e dove reperire gli eBook

Pochi giorni fa mi è finalmente arrivato il CyBook, un dispositivo per leggere libri in formato elettonico o "eBooks". Sono stato in dubbio fino alla fine se prendere un BeBook o un CyBook, ma alla fine la scelta è ricaduta su quest'ultimo.
La particolarità di questi dispositivi consiste nel fatto che usano una tecnologia relativamente nuova chiamata e-ink, inchiostro elettronico, con un monitor non retroillominato che visualizza le pagine da leggere esattamente (più o meno) come quelle di un libro, difatti sotto al sole si può leggere benissimo al contrario di ciò che accade con il monitor di un computer. Devo dire che lo schermo non è perfettamente bianco, diciamo che può essere paragonato alle pagine di un vecchio libro un po' ingiallito ma comunque leggibilissimo.
Il CyBook l'ho acquistato direttamente sul sito del produttore a Euro 280,00, più Euro 29,95, per la custodia che non è presente nella confezione, se si aggiungono 15 euri per la spedizione espresso con FedEx, si noterà come questo aggeggino non è proprio economico, ma ora ho in mano il futuro del'editoria!
Il CyBook è molto sottile e di dimensioni contenute, con la custodia che si apre come un libro arriva ad avere le dimensioni più o meno di un giallo mondadori. E' arrivato con la batteria scarica, per caricarlo c'è solo un cavetto USB da collegare al PC. Putroppo mentre è in carica il dispositivo non si può usare e la batteria impiega circa tre ore per caricarsi completamente. Stando al sito del prduttore una batteria carica ha autonomia sufficiente per "girare" 8000 pagine. Già perché una delle particolarità dell'e-ink è che la batteria si consuma solo quando si gira pagina.

Non sono nuovo allesperienza degli "ebook", già in un post datato luglio 2007 ho raccontato dell'esperienza di leggermi la versione integrale de I Miserabili di Victor Hugo (1353 pagine nella versione cartacea Einaudi) sul piccolo schermo di un palmare Asus MyPal, e mi autocito: Quando ho cominciato ad immergermi nelle vicende di Jean Valjean, Javert, Fantina, Cosetta, Mario etc, non facevo più caso al "mezzo" con cui stavo leggendo. Ecco questo è ciò che vorrei ribadire a voi che già vi vedo che dite cose tipo "sì ma vuoi mettere il libro, il profumo della carta e bla bla bla" L'importante è il contenuto, il mezzo con cui questo viene trasmesso ha poca importanza per me. Anticamente la Bibbia veniva letta sui rotoli di papiro, poi sui codici manuscritti in pergamena, poi arrivò la carta, (all'inizio osteggiata), poi arrivò la stampa e oggi siamo testimoni di una nuova rivoluzione per quanto riguarda la trasmissione del testo scritto grazie all'e-ink.

Sì OK, ma adesso che hai il CyBook, con cosa lo riempi?
Innanzitutto va detto che il CyBook ha una memoria interna di 512MB in cui è possibile caricare centinaia di libri, vi è poi la possibilità di inserire schede di memoria SD (come quelle delle macchine fotografiche) e allora la capienza è paragonabile a quella di un'intera biblioteca. Pensate solo al vantaggio di portare in viaggio un unico dispositivo grande quanto un giallo mondadori, pensate anche all'impiego in campo scolastico, si potrà dire addio agli zainetti pesantissimi: tutti i libri di testo potranno essere caricati sul lettore elettronico.
Legge vari formati: File di testo, Html, PalmDoc, PDF, Mobipocket, JPG, GIF e PNG . I PDF non si vedono bene, in genere sono formattati per carta A4 e i caratteri risultano troppo piccoli e non si può neanche zummare. Il formato ideale per il CyBook (e anche per il BebBook da quello che ne so) è il Mobipocket. In rete si trovano moltissimi libri in questo formato che è un po' diventato lo standard nell'editoria elettronica se non altro perché il lettore Mobipocket è installabile anche sui telefonini con Windows Mobile, Symbian e Blackberry. Esiste inoltre un programma chiamato Mobipocket Creator, liberamente scaricabile, con cui è possibile creare libri in formato PRC (l'estensione degli ebook mobipocket) a partire da vari formati: Word, TXT, PDF e HTML. (La Mobipocket è una divisione della Amazon).
Quando il CyBook è carico e acceso, se lo colleghiamo al PC verrà riconosciuto come periferica USB generica; è quindi molto semplice copiare gli ebook dal computer, è anche possibile cambiare il font o caricarne di alternativi dal PC, possiamo inoltre scegliere la grandezza del carattere (come detto questo non è possibile per i file PDF), e trovo la cosa molto vantaggiosa per chi ha problemi di vista; è anche un lettore Mp3, così possiamo anche ascoltare la musica in sottofondo mentre leggiamo, ma l'ingresso per la cuffia è del tipo da 2,5mm, quello piccolo, e richiede un adattatore per poter usare delle normali cuffiette.

DOVE REPERIRE GLI EBOOK: EBOOK LEGALI E PIRATA

La rete è piena di siti da cui è possibile scaricare ebook di pubblico dominio, i siti di riferimento sono:

Project Gutenberg: Una vera miniera con migliaia di libri anche in italiano, in formato TXT, HTML (non tutti) e Plucker, altro formato ebook non compatibile con il CyBook, per questo, piuttosto che convertire i libri col Creator, vi consiglio due siti alternativi da cui è possibile scaricare i libri di Gutenberg già pronti in formato Mobipocket: Manybooks e Munseys. Questi due siti contengono molti altri libri soprattutto in inglese, compresa molta letteratura "pulp" anni '50 e '60: serie di fantascienza e gialli per cui i diritti non sono stati rinnovati.

LiberLiber: Simile nell'intento al Progetto Gutenberg ma completamente italiano, è da qui che ho scaricato la versione digitale de I Miserabili. I libri sono in formato TXT, RTF, PDF e a volte HTML. Per poterne usufruire con il CyBook è necessario convertirli in Mobipocket con il Creator: consiglio di scaricare la versione RTF, aprirla con OpenOffice o Ms Word, salvarla come HTML, e creare il file Mobipocket a partire da quest'ultimo.

Ma la cosa che mi ha stupito è l'incredibile numero di ebook pirata su eMule, già perché creare un ebook a partire da un libro cartaceo non è esattamente come creare un file Mp3 a partire da un CD, bisogna mettersi davanti uno scanner, passare tutte le pagine, convertirle in formato testo con un software OCR e infine creare l'ebook. A meno che, mi domando, non ci siano delle "talpe" nelle case editrici che riescono a mettere le mani sui file dei libri da stampare. C'è veramente ampia scelta e si possono scaricare anche "pacchi" di 500/600 libri zippati già in formato PRC (Mobipocket)!. Dimenticavo, scaricare libri pirata è illegale, non fatelo!

5 commenti:

Jakala ha detto...

In effetti un modo per diffondere l'uso di questi strumenti è fornire una scelta inizialmente a costo nullo, leggi p2p, per poi una volta creato il mercato venderli liberamente.

Se MS ha creato un impero con questa strategia

Renato ha detto...

@Jakala il fatto è che in Italia non esiste proprio un mercato di editoria digitale. Ci provò anni fa la Mondadori con il formato .lit del Microsoft Reader ma la cosa non ebbe seguito anche perché ancora non esistevano dispositivi come il CyBook, e oggi a me sembra che le case editrici italiane abbiano paura di intraprendere questa strada. Quindi per il momento la pirateria è l'unica possibilità per usufruire di libri elettronici contemporanei.

Cattivo Maestro ha detto...

Leggo il tuo entusiasmo pr il Cybook e da appassionato di tecnologia un po' ti invidio per la gustosa anticipazione. Ma davvero pensi che questi strumenti possano finalmente soppiantare la cara vecchia carta, che finora è riuscita a resistere e a battere tutti i vari "concorrenti"?

Renato ha detto...

@Cattivo Maestro: non credo che strumenti del genere potranno mai soppiantare totalmente la carta, almeno non in tempi brevi, ma è certamente un modo nuovo e molto comodo di poter fruire della letteratura e della parola scritta in generale.

Anonimo ha detto...

Che meraviglia se si potesse usare a scuola, pensate agli zaini dei nostri figli come sarebbero meno pesanti !!!!!!!!!!!!!