18 aprile 2007

Cinestesia: ancora cinema muto musicato dal vivo



Dopo la ressegna di Aosta un altro interessante appuntamento di cinema muto musicato dal vivo, questa volta a Pavia, allo SpazioMusica che fra l'altro ha anche un Podcast davvero interessante: Spazio MusiCast

Questa la mail che mi hanno mandato:

CS Musica e cinema: A SpazioMusica di Pavia la rassegna Cinestesia

Cinestesia è una rassegna di classici del cinema muto sonorizzati dal vivo a cura del collettivo bluEsForCE. Si tratta di 5 appuntamenti, da febbraio a giugno, per un progetto che rende omaggio ad alcuni grandi registi del cinema muto attraverso l'arte dell'improvvisazione musicale collettiva.
Per (ri)scoprire la forza del cinema puro con la nuova linfa che può trarre da un commento musicale originale.
Anche con questa iniziativa, SpazioMusica (che ha appena lanciato online il proprio podcast) conferma il proprio impegno per una proposta artistica originale e di qualità.

bluEsForCE è un collettivo di musicisti di diversa matrice (blues, rock, jazz, electro) che da alcuni anni orbitano intorno al palco di SpazioMusica.

Sul sito http://www.bluesforce.net è possibile scaricare gratuitamente il cd "-INO".

Prossimi Film
15 maggio 2007
Il Golem' di Paul Wegener (1920)
Praga, XVI secolo, ghetto ebraico. Per combattere le persecuzioni di Rodolfo II, il Rabbino Loew plasma dall'argilla un potente automa, il Golem. Ma la creatura si ribella e sfugge al proprio creatore. Da un'antica leggenda cabalistica, un film di culto.

5 giugno 2007
Georges Méliès Festival Rassegna di Film (1896-1914)
Quando l'illusionista francese George Méliès scopre il cinema, se ne innamora immediatamente. E tra il 1896 e il 1914 dirige ben 531 film, di durata variabile tra uno e quaranta minuti, ricchi di ingenuo spirito fantastico e ironia corrosiva, che fanno di lui un vero pioniere degli effetti speciali

1 commento:

Zio ha detto...

Grazie per la segnalazione, Renato. Che mi fa piacere appaia anche qui perché CINESTESIA col jazz c'entra molto: sul palco è tutto interplay, istantaneo, guidato dalle immagini.

Al pubblico piace. E non risulta che nessuno dei i registi finora affrontati si sia rivoltato nella tomba. I più illuminati anzi hanno lievemente scosso il cranio polveroso e alcune falangi scheletriche in segno di inequivocabile assenso.

(mi firmo anche con un link perché il mio account blogger disubbidisce)
http://burp.splinder.com