18 aprile 2007

L'ultimo inquisitore

Attendevo con trepidazione di vedere questo film di Milos Forman, e tutto sommato mi è piaciuto, ma devo dire che probabilmente non era quello che mi aspettavo.
Lo svedese Stellan Skarsgård è un Goya improponibile, nei panni del grande pittore aragonese ci avrei visto meglio Javier Bardem che invece interpreta la parte di Padre Lorenzo. Mancano del tutto alcuni personaggi fondamentali nella corte spagnola di Carlo IV, come il ministro Godoy, amante della regina Isabella di Parma; i due erano i veri governanti di Spagna in quanto il re era un inetto che pensava più alla caccia che al governo (questo sì si evince dalla pellicola). Goya, riuscirà a dipingere questa corte con l'inettitudine dipinta sul volto nel celeberrimo quadro La Famiglia Reale (vedi questo mio vecchio post).Manca del tutto anche la Duchessa d'Alba, amante e protettrice di Goya.
La vicenda di Ines, la ragazza accusata di giudaismo dall'Inquisizione è altrettanto assurda quanto la storia di Mozart avvelenato da Salieri in Amadeus sempre di Milos Forman, così come quella dell'inquisitore Padre Lorenzo che torna da magistrato quando i bonapartisti occupano Madrid. Eppure queste vicende hanno lo scopo di farci comprendere l'assurdo di un paese che quando in Francia c'era la Rivoluzione, condannava ancora gli eretici nei tribunali della Santa Inquisizione, dell'esercito dei Mammalucchi egiziani di Bonaparte arrivati in Spagna per portare gli ideali della Rivoluzione, ma che si renderanno responsabili di assassinii, stupri e razzie e ancora la restaurazione con il ritorno dell'Inquisizione. In tutto questo nel film non sono riuscito a vedere il grande turbamento di Goya che lo porterà a dipingere capolavori come il 3 Maggio 1808 e soprattutto più tardi le Pinturas Negras, le Pitture Nere questi affreschi misteriosi che Goya dipingerà sui muri della sua residenza (la Quinta del sordo) prima di traferirsi in Francia. Dipinti pieni d'angoscia in cui si evince una visione amara circa le possibilità dell'umanità.
Le Pinturas Negras accompagnano i titoli di coda del film, ma io avrei voluto vedere un Goya disperato dipingere con violenza le facce grottesche e il sangue sui muri.

Guarda il trailer del film



Titolo: L'ultimo inquisitore
Titolo originale: Goya's Ghosts
Regia: Milos Forman
Interpreti:
Javier Bardem - Padre Lorenzo
Stellan Skarsgård - Francisco Goya
Natalie Portman - Ines/Alicia
Visto al Cinema Moderno, Anzio

2 commenti:

Anonimo ha detto...

l'ho visto anch'io il film,hai pienamente ragione. Bello il tuo post, avrebbero dovuto interpellarti per la sceneggiatura, e non sto scherzando...buona giornata.
Presageful.

wolverine ha detto...

Well done, bud. Sto citando il tuo post. ;)