15 novembre 2003

iTunes non paga bene gli artisti

Steve Jobs ha dichiarato che iTunes è il miglior programma mai scritto per Windows. Sarà, intanto non ho potuto neanche provarlo perché funziona solo con Win Me/2000/XP e io che ho la 98 (prima versione) m'attacco:-) Ma non è che la cosa mi interessi più di tanto, tra l'altro mi hanno detto che si tratta di un magna-risorse non indifferente.
Veniamo al nocciolo della questione: la vendita dei brani musicali. A parte il fatto che al momento mi risulta che solo dagli Stati Uniti si possono acquistare brani, ogni canzone viene venduta a circa US$1, un intero album verrebbe a costare circa US$8 o US$12, certamente meno dei Eur18 o Eur22 di un CD nuovo in Italia, ma tutto sommato non molto meno di molti negozi on-line. Mymusic è un sito canadese di vendita CD dove ho fatto diversi acquisti, lì molti CD costano meno di US$10, al massimo US$16 o US$17, ma hanno moltissime offerte anche a circa $7, considerando che il dollaro in questo periodo è molto basso è una vera pacchia nonostante i costi di spedizione, e si hanno dei VERI CD con jewel case o digipack, libretto con foto, musicisti, testi etc...
Ma come viene diviso questo dollaro che viene pagato per ogni brano?, vediamo:
Alla Apple vanno il 35%
Alla casa discografica il 65%
E all'artista? Se gli va bene si porta a casa dagli 8 ai 10 centesimi per brano ma spesso non becca niente. E questo considerando che non ci sono costi di produzione, magazzino, trasporto etc; insomma alla fine il gioco rimane conveniente solo per le major, e per la Apple.
Comunque non sono contrario all'acquisto di musica on-line, credo sia un ottimo mezzo per artisti sconosciuti di promuoversi.
Downhill battle non molto tempo fa ha denunciato quanto falsa fosse l'affermazione posta sul sito di iTunes che il loro sistema di acquistare musica è "fair to artists", ha comiciato una campagna per la rimozione di questa scritta che ha avuto successo! Altre interessanti informazioni su iTunes potete leggerle in questo articolo in inglese che è la fonte originale per questo mio post.

Nessun commento: